Tommasa Alfieri

Sosta e Ripresa vuole dare un contributo di sereno distacco dalla situazione contingente, riproponendo il Mese Mariano della professoressa Tommasa Alfieri, del secolo scorso, quando la “Signorina”, poco più che ventenne, era Presidente diocesana della Gioventù Femminile di Azione Cattolica e grande promessa della Presidente Nazionale Armida Barelli.

31 maggio

Amica mea

Tommasa Alfieri ph laura ciulli

E ci lasciamo adesso, Maria? no, perché dove andremo noi senza di te? Tu sei per noi e noi siamo per te; così Cristo Signore ha voluto.

Maria, facciamo casa insieme; tu verrai a stare nella nostra casa terrena finché noi non verremo a stare nella tua grande casa celeste.

Trattieniti, allora; e resta con noi al primo posto vicino al focolare.

Lavora con noi, Maria, e fa che la nostra fatica canti la gioia di servire.

Siedi a mensa e spezzaci tu un pane di semplicità e di pace.

Veglia con la tua materna dolcezza sul nostro riposo e fa puro il nostro sonno.

Prega con noi, Maria, quando noi preghiamo e custodisci tu il nostro cuore perchè sappia parlare con Dio.

Cammina con noi, Maria, per le vie della terra a cercare i fratelli lontani.

All’ospite che giunge apri tu la porta.

Al povero che bussa da’ tu la carità.

All’infermo che soffre da’ tu il sollievo.

Se qualcuno piange dona tu coraggio.

Se qualcuno cade tu rialzalo.

Maria, non te ne andare, resta con noi; e stringici in un vincolo di carità perfetta.

Maria, resta con noi; e chi entra ti trovi alla porta e chi esce ti porti nel cuore.

Maria, dolcissima amica dell’anima nostra, resta con noi al nostro focolare; ed insieme ci doni fuoco il Signore. Così sia.

« Et in electis meis mitte radices ».

Amarla e sentirla con noi.

Condividi