La presentazione nei giorni scorsi del volume “Il giorno ottavo (nelle dimore dove poter “incontrare” Don Dante Bernini)”, curato da don Gianni Carparelli ed edito dall’Associazione Amici di Familia Christi, è stata occasione per i viterbesi – e non solo – intervenuti di approfondire il ricordo e la conoscenza di questo vescovo di Viterbo rimasto tanto caro ai suoi diocesani e a quanti lo hanno conosciuto.

Don Gianni Carparelli e Mons. Fortunato FrezzaL’incontro ha visto susseguirsi, alternate a intermezzi musicali a cura di Barbara Aniello e Marco Sensi, letture, riflessioni e testimonianze tra le quali quella del cardinale Fortunato Frezza, che di Bernini fu alunno così come il suo compagno di seminario Carparelli, la biblista Maria Brutti e l’ex magistrato Carlo Maria Scipio, entrambi impegnati nella Federazione Universitaria Cattolica Italiana (Fuci) quando ne era assistente Bernini.

Carlo Maria Scipio

Barbara Aniello

 

Foto di Mariella Zadro

Condividi