Martedì della I settimana

“Memori della parola del Salvatore che ci ha raccomandato di vegliare e pregare per non cadere in tentazione, invochiamo con forza il Suo Nome: guarda la nostra miseria, Signore, ed abbi pietà!”

******

Preghiera

Vegliare: è essere pronti ed in attesa. Vegliare pregando è essere in ascolto del Signore e pronti a vincere il male.

Approfondisci oggi questa necessità, questo atteggiamento fondamentale del Cristiano. Tutta la vita deve essere una veglia di preghiera.

Ma questa veglia è insidiata dalla pigrizia interiore ed esteriore: fiacca I l anima e fiacco il corpo. E la tentazione ci circola intorno, venendo da tante cose.

Oggi sii vigile, scuoti ogni forma di pigrizia. Ricordati che il Cristo sudava sangue e gli apostoli dormivano. Tu pure, tante volte.

Cerca oggi di levarti prima dell’alba e di metterti in preghiera: quella che vuoi: il Pater, l’Ave, l’Angelus Domini, qualche Salmo.

Offri la tua veglia per riparare per te e per impetrare per i tuoi fratelli che dormono nel peccato.

Condividi