Spezzare la Parola, ph laura ciulli

La partecipazione alla Messa domenicale resta il cuore e il fulcro della vita cristiana. Sosta e Ripresa intende offrire ai propri lettori un contributo di riflessione sulla liturgia domenicale, nella convinzione che “spezzare la Parola” del Signore è indispensabile per meglio partecipare alla sua mensa eucaristica.

Don Gianni Carparelli
Don Gianni Carparelli, foto Mariella Zadro

In questo cammino per il resto dell’anno liturgico ci accompagnerà don Gianni Carparelli.

26 settembre 2021, XXVI Domenica del Tempo Ordinario. – Anno B

Foto Laura Ciulli“… non c’è nessuno che faccia un miracolo nel mio nome e subito possa parlare male di me. Chi non è contro di noi, è per noi” (Mc 9, 38)
Le letture potrebbero suggerire tante riflessioni. Oggi ne prendiamo una dal Vangelo.

107ª Giornata mondiale del migrante e del rifugiato”

Ma leggendola dentro la celebrazione della “107ª Giornata mondiale del migrante e del rifugiato”. Il tema “Verso un noi sempre più grande”. Papa Francesco nel suo messaggio inizia con La storia del “noi”. Se avete tempo andate a leggerla (oggi è pubblicata su Sosta e Ripresa). Aiuta a crescere nella fede e aiuta la Chiesa a diventare sempre più cattolica. Il Popolo di Dio è molto più grande del registro dei battezzati. Un amico mi ha scritto: “Chiesa per me, non credente, è un luogo dove sento la potenza della condivisione di un intimo senso di appartenenza a uno stile, a comune radici, a una civiltà, da cui muovere per abbracciare ogni altra e diversa espressione culturale e spirituale”. Per me è un non credente che capisce la vera fede e non avrei problemi a farlo parlare in Chiesa. Diversamente da quei credenti che credono a casaccio. Il Papa termina il messaggio con questa preghiera:
“Padre santo e amato, il tuo Figlio Gesù ci ha insegnato che nei Cieli si sprigiona una gioia grande quando qualcuno che era perduto viene ritrovato, quando qualcuno che era escluso, rifiutato o scartato viene riaccolto nel nostro noi, che diventa così sempre più grande. Ti preghiamo di concedere a tutti i discepoli di Gesù e a tutte le persone di buona volontà la grazia di compiere la tua volontà nel mondo. Benedici ogni gesto di accoglienza e di assistenza che ricolloca chiunque sia in esilio nel noi della comunità e della Chiesa, affinché la nostra terra possa diventare, così come Tu l’hai creata, la Casa comune di tutti i fratelli e le sorelle”. Amen.

Condividi