Spezzare la Parola, ph laura ciulli

La partecipazione alla Messa domenicale resta il cuore e il fulcro della vita cristiana. Sosta e Ripresa intende offrire ai propri lettori un contributo di riflessione sulla liturgia domenicale, nella convinzione che “spezzare la Parola” del Signore è indispensabile per meglio partecipare alla sua mensa eucaristica.

Padre Ignazio Martelletto
Padre Ignazio Martelletto

Ci accompagna in questo cammino padre Ignazio Martelletto C.S.I.

 

 

 

8 maggio 2022, Quarta domenica di Pasqua – Anno C

“Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono”

“Io do loro la vita eterna”

“Io e il Padre siamo una cosa sola”

(Gv 10, 27-30)

Il Buon Pastore, Musei Laterano, pH laura ciulli

Le parole di questa liturgia sono la conclusione di un discorso di Gesù molto lungo in cui si paragona al Pastore. Come un buon pastore Gesù parla, Gesù conosce, Gesù custodisce, Gesù guida le sue pecore. Gesù dà la vita eterna, non esiste per se stesso, ma esiste per il gregge.

Riflettiamo su tutte queste azioni con cui l’amore di Gesù opera in noi. Gesù ci conosce meglio di quanto noi stessi ci conosciamo. Ci ha pensato da tutta l’eternità e sa tutti i dinamismi che esistono dentro di noi. Noi ci meravigliamo a volte per certi stati d’animo che sorgono d’improvviso in noi. Gesù li conosce tutti e per quanto siano spesso scoraggianti per i nostri progetti di vita, Egli ci è sempre vicino e se ci rivolgiamo a Lui troviamo sempre un aiuto per superare questi momenti critici.

Egli infatti ci guida con la sua misteriosa azione verso i pascoli del nutrimento di vita. Egli ci dà la vita eterna. Significa che seguendo i suoi insegnamenti noi sperimentiamo già qualcosa che sarà il fine della nostra vita. Vita eterna significa, pace, gioia, armonia, pienezza di tutto ciò che possiamo cercare con la mente e con il cuore. Noi dobbiamo ascoltare e riconoscere che il suo cuore è sempre accanto al nostro cuore.

È una forma di intimità con lui che deve crescere dentro di noi.

Mi fanno sempre impressione le parole di Gesù: Io e il Padre siamo una cosa sola. È così grande   l’amore fra loro che fanno un tutt’uno. E penso alla nostra povera fede che pensa a un Padre che ci è lontano e che non si interessa della nostra vita. Quanta strada da fare con Cristo per arrivare a balbettare frammenti di intimità! Ricordo la mistica Angela da Foligno che affermava l’impossibilità di esprimere in concetti e parole umane la sua esperienza di intimità con il Padre.

Quello che dobbiamo ricordare e che noi siamo il gregge che dà senso alla vita di Gesù, per cui Egli dà la sua vita. Dobbiamo seguirlo perché Egli prepara per noi una vita eterna.

O mio Signore,

libera il mio cuore e disponilo all’ascolto vero.

Fa che la mia fiducia in te mi aiuti a superare tutte le difficoltà.

Stammi vicino,

fammi trovare consolazione nel calore del tuo immenso amore. Amen

Condividi